log in

Milioni di € pagati ai preti negli ospedali pubblici dalla Regione. La proposta di Franco Grillini per utilizzare meglio quei soldi.

 

Non lo sa quasi nessuno, ma i preti che si vedono spesso negli ospedali sono stipendiati dalla sanità regionale. Nessuno sa di preciso quanti sono, e prima della mia interrogazione non era dato sapere quanto costassero. Quei preti costano alla comunità della nostra regione DUE MILIONI e DUECENTOMILA euro l’anno, versati direttamente alla già ultramilionaria Curia bolognese che a sua volta, al suo buon cuore, ne gira una parte agli interessati. A quel denaro pubblico erogato direttamente si aggiungono rischi sanitari e costi accessori rilevanti e non calcolabili con certezza. Una cosa però è certa: in una sanità in perenne asfissia di risorse quei milioni di euro troverebbero usi molto più ragionevoli e utili per tutta la cittadinanza in termini di riduzione dei ticket, di aumento del personale e in generale di un miglioramento del servizio sanitario regionale. In seguito alla mia attività si è attivato un processo di revisione delle convenzioni che porterà un primo risparmio, ma il cammino è ancora lungo perché è da cambiare radicalmente la legge nazionale che obbliga le regioni a stipendiare assistenti religioni con denaro pubblico. La risoluzione che ho presentato purtroppo è stata decapitata dalla prematura interruzione della legislatura, ma è mia fermissima intenzione continuare la mia battaglia contro questi sprechi.

Se anche tu pensi che il denaro pubblico debba servire a tutti i cittadini, il 23 Novembre vota Emilia-Romagna Civica e (se voti a Bologna o provincia) scrivi FRANCO GRILLINI.

 

Gli atti che ho presentato al Consiglio regionale su questo argomento:

 

Interrogazione di attualità a risposta immediata in aula circa le spese sostenute, nel periodo 2010-2013, dal Servizio Sanitario regionale per finanziare il servizio di assistenza religiosa (ogg. ass. n. 5008 del 21/01/2014 - stato iter: svolta).

 

 

Risoluzione per impegnare la Giunta ad attivarsi, anche in sede di conferenza Stato-regioni, al fine di rivedere la normativa nazionale riguardante l’assistenza religiosa nelle strutture di ricovero delle Unità sanitarie locali (ogg. ass. n. 5101 del 06/02/2014 - stato iter: pendente).

 

Per un riassunto più dettagliato dei costi degli assistenti religiosi vedi l’articolo di Marco Tonti su Critica Liberale: “libertà di culto o privilegi per un culto? il caso emiliano”, http://www.criticaliberale.it/settimanale/203626 e di Franco Grillini su CriticaLiberalePuntoIt, numero uno, pagina 17 “La prevendita delle indulgenze”, http://www.criticaliberale.it/var/data/1559189/001_05mag14_Criticaliberalepuntoit.pdf

http://www.giornalettismo.com/archives/1325925/quanto-ci-costano-i-preti-in-ospedale/