log in

Monica Cirinnà all'iniziativa di Franco Grillini sulle famiglie a Bologna: "Fatti passi in avanti verso una legge"

  • Written by Dire

 "Se tutto va per il verso giusto il testo arrivera' in aula a meta' febbraio. E devo dire che i segnali che arrivano dalla Camera sono al momento positivi". Monica Cirinna', Pd, relatrice al Senato di un progetto di legge sul riconoscimento delle unioni civili per le coppie omosessuali, e' fiduciosa che a breve l'introduzione di una "norma che introduca nel codice civile figure diverse dal matrimonio" per tutelare tutte le coppie, anche quelle omosessuali, sara' presto realta'. Durante l'incontro di ieri a Bologna con Franco Grillini, candidato alle prossime elezioni Regionali per la lista Emilia Romagna Civica, Cirinna' ha ribadito che sul tema delle unioni civili tra persone dello stesso sesso "questo Parlamento puo' essere quello giusto ed e' possibile trovare una trasversalita' positiva. La chiave di svolta - ha spiegato Cirinna'- e' rappresentata dalla Corte costituzionale, che nell'ultima sentenza parla di 'massima sollecitudine' per dare diritti alle coppie. Usando questa frase, sara' possibile bypassare tutto quel pezzo retrivo di Parlamento che ancora si attacca all'articolo 29 della Costituzione per affermare che l'unica famiglia riconosciuta e' quella composta da uomo e donna. La Corte costitituzionale parla infatti di coppie generiche, senza specificare oltre". 

 
"Non stiamo regalando nulla alle coppie gay- ha spiegato la senatrice del Pd- ma stiamo semplicemente tentando di dare dei diritti a queste persone attraverso una norma che introduca nel codice civile una figura diversa dal matrimonio. Anche perche' sono convinta che uno Stato laico debba fermarsi fuori dalla camera da letto delle persone e che non possa intervenire pesantemente sulle forme di amore che ognuno vuole dare alla propria vita". Il testo di cui e' prima firmataria Cirinna', prevede dunque piu' 'figure' inserite nel codice civile, che "consentirebbero ad ogni coppia di dare al proprio amore e alla propria famiglia, la misura legislativa e normativa che meglio si attaglia alla propria realta'. Quindi avremo il matrimonio che esiste gia' per persone eterosessuali che decidono di sposarsi- spiega Cirinna'- e unioni civili per persone dello stesso sesso, alle quali verranno garantite tutti i diritti del matrimonio, tranne l'adozione 'erga omnes' che e' limitata a quella del figlio di un partner". Intanto Grillini annuncia per sabato alle 15 una manifestazione sotto la Prefettura di Bologna, contro la decisione del ministro dell'Interno Angelino Alfano di cancellare la trascrizione nei registri dei comuni dei matrimoni tra persone dello stesso sesso. "Dobbiamo ringraziare il sindaco Virginio Merola che si e' schierato su questa materia e ha tenuto duro fino in fondo- ha detto Grillini- e ribadiamo che l'iniziativa di Alfano e' stata illegittima, perche' soltanto un tribunale puo' cancellare una trascrizione. Non certamente il ministro degli Interni, che scambia il suo ruolo di ministro con quello di segretario di partito e utilizza i prefetti come se fossero i segretari del Ncd".