log in

Non siamo cavallo di Troia. Chi rivendica diritti lo fa a viso aperto

  • Written by Dire

Bologna, 10 nov. - "Respingiamo al mittente le accuse di Bagnasco, che sono strumentali e campate per aria. E ci domandiamo se per caso il Cardinale abbia seguito attentamente le cose che ha detto il suo 'Superiore', ovvero 'chi sei tu per giudicare?'". Franco Grillini, storico fondatore di Arcigay, ricandidato consigliere alla Regione Emilia-Romagna e presidente di Gaynet, risponde cosi' alle parole del cardinale Angelo Bagnasco che oggi, durante l'assemblea dei vescovi ad Assisi, aveva parlato del riconoscimento delle coppie gay come un 'cavallo di Troia' che indebolirebbe l'istituzione della famiglia tradizionale. "Noi non siamo nessun cavallo di Troia- ha spiegato Grillini- chi rivendica i diritti lo fa a viso aperto e non c'e' nessun complotto. Non si puo' fare dietrologia sulla battaglia per i diritti civili delle persone omosessuali- continua- e Bagnasco dovrebbe spiegarci cosa vuol dire cavallo di Troia: noi vogliamo semplicemente conquistare diritti universali, che sono poi beni comuni. Il cardinale- conclude Grillini- dovrebbe forse incominciare a frequentare le coppie gay, per rendersi conto che anche queste sono un bene comune, come l'acqua e l'aria".