log in

La lega usa i rom per cercare lo scontro non il confronto

  • Written by Dire

Contro la Lega nord si scaglia invece Franco Grillini, capolista a Bologna della lista Emilia-Romagna civica. "Alan Fabbri, candidato delle destre per la presidenza dell'Emilia-Romagna, ha parlato oggi di una campagna elettorale da fare col caschetto per via di 'minacce, aggressioni e tentativi di intimidazione'- afferma Grillini in una nota- mentre i suoi sostenitori tacciono 'perche' il sistema-Pd potrebbe togliergli il lavoro o bloccargli la ricostruzione post-sisma nelle zone del cratere'. Immagino che i fascioleghisti della nuova destra di Salvini e Tosi si sentano un po' isolati da queste parti, non perche' aggrediti o minacciati, ma perche' le loro argomentazioni non fanno breccia". In Emilia_Romagna, sostiene Grillini, "la loro sola risorsa pare essere la provocazione e la ricerca dell'incidente, com'e' capitato al campo nomadi di Bologna. Un tentativo che hanno intenzione di ripetere sabato, con un nuovo blitz non autorizzato al campo di via Erbosa". I rom, che sono "cittadini italiani- precisa Grillini- hanno rivolto ai fascioleghisti un civile invito al confronto, a quanto pare destinato a cadere: loro cercano lo scontro, non il confronto". Da qui, un "suggerimento" a Fabbri: "Lasci perdere il caschetto- manda a dire Grillini- torni a ragionare da persona perbene come mostra di sapere fare a Bondeno e forse, in una regione civile come la nostra, otterra' anche qualche consenso in piu'".